Le leggi della semplicità - John Maeda

Un breve saggio sulla semplicità per scoprirne ed apprezzarne l'utilità e la sua applicabilità nel mondo moderno.

Le leggi della semplicitàIn un mondo dove i prodotti vengono confrontati per le feature e le funzionalità sempre più complesse e sofisticate, non è facile immaginare che il vero motore del successo di una soluzione stia nella sua semplicità.

Semplicità va intesa, non come banalità dei compiti eseguiti, ma come snellezza e comprensibilità dei comandi necessari per usare un oggetto.

In questo senso, la semplicità, è un vero motore dell'innovazione: consentire ad un utente di eseguire compiti complessi, con il minimo sforzo di comprensione è reale innovazione.

Questa semplice legge dovrebbe essere insegnata in tutti i corsi di ingegneria: le interfacce devono essere semplici ed intuitive, pena il fallimento di un prodotto.

E così si scopre che non servono prodotti che facciano tutto, servono prodotti che facciano bene ciò per cui sono stati progettati e non scarichino la complessità dei compiti da eseguire sui loro utenti.

 

Semplicità = Serenià
Legge 1 - Riduci
Legge 2 - Organizza
Legge 3 - Tempo
Legge 4 - Impara
Legge 5 - Differenze
Legge 6 - Contesto
Legge 7 - Emozione
Legge 8 - Fiducia
Legge 9 - Fallimento
Legge 10 - L’unica Vita

Buona lettura.


Inserisci il tuo commento

Commenti

Nessuno ha aggiunto ancora un commento in questa pagina.

Feed RSS per i commenti in questa pagina | Alimentazione RSS per tutti i commenti


Tag correlati:

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, sono utilizzati cookie tecnici e cookie di terze parti e non cookie di profilazione.
Alla pagina privacy avere maggiori dettagli ai sensi dell'art. 13 del Codice della privacy.
Cliccando su 'Accetto' i cookie saranno attivati Accetto