Il principio di Pareto ed il design delle applicazioni

La maggior parte degli effetti è dovuta ad un numero ristretto di cause.
Un semplice principio da tenere sempre presente.

Chi avrebbe mai detto che un ingegnere economista fosse in grado di sintetizzare una delle grandi leggi dell'umanità?

Questo economista è ovviamente italiano: Vilfredo Federico Damaso Pareto (Parigi, 15 luglio 1848 – Céligny, 19 agosto 1923).

Il principio di Pareto afferma quanto segue: in una data regione solo pochi individui possedevano la maggior parte della ricchezza. In particolare il 20% delle persone (i ricchi) possedevano 80% della ricchezza. Da qui nasce la famosa legge dell'80-20. Questa legge può essere riletta nel seguente modo: la maggior parte degli effetti è dovuta ad un numero ristretto di cause (considerando grandi numeri).

Ora, che rapporto c'è tra il principio di Pareto ed il design di una applicazione?
E' semplice contatare che la legge vale anche per l'interazione con le funzioni di un programma: 80% degli utenti usa solo il 20% delle funzioni. Questo aspetto è fondamentale nel momento in cui decidete di trasportare un applicativo su piattaforma mobile, per cui siete costretti a ridisegnare l'interfaccia per renderla ergonomica.

Se devo scegliere se avere un applicazione che fa tutto, ma con un'interfaccia complicata, ed una che automatizza solo i miei compiti principali ed in cui perdo più tempo, ma con una interfaccia semplice, cosa pensate che sceglierò?



Tag correlati:

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, sono utilizzati cookie tecnici e cookie di terze parti e non cookie di profilazione.
Alla pagina privacy avere maggiori dettagli ai sensi dell'art. 13 del Codice della privacy.
Cliccando su 'Accetto' i cookie saranno attivati Accetto