I tre livelli dell'innovazione

In funzione del livello di novità e del valore aggiunto è possibile identificare 3 tipologie differenti di innovazioni che producono effetti diversi.

Innovazione radicale, incrementale e sostanzialeL'innovazione può essere definito come risultato di una nuova idea che ha come effetto l'aumento del valore percepito dal cliente o una crescita  valore per l'azienda.

L'innovazione quindi definita in funzione del risultato prodotto.

Utilizzando questa definizione è possibile identificare tre livelli principali in funzione del livello di novità e del livello di valore aggiunto.

I tre livelli sono solitamente identificati come innovazione incrementale, innovazione sostanziale, innovazione radicale.

  • Innovazione incrementale: fornisce ridotti aumenti di performance e funzionalità. Di solito è legata all'introduzione di piccole migliorie a livello tecnologico o di processo. L'aumento di valore percepito dall'utilizzatore è comunque limitato.
  • Innovazione sostanziale: è caratterizzata dalla presenza di funzionalità nuove che, pur non alterando sostanzialmente l'utilizzo del prodotto, lo rendono più ricco ed attraente. Di solito è orientata a raggiungere nuove nicchie di mercato offrendo un mix nuovi di funzionalità.
  • Innovazione radicale: il miglioramento a livello di performance e di usabilità introdotto è tale da creare scenari completamente nuovi di utilizzo del prodotto. In questo caso si assiste all'inizio alla definizione di nuovo mercato e col passare del tempo e l'assestamento della tecnologia si verifica un processo di cannibalizzazione del mercato tradizionale in cui operavano le vecchie soluzioni.
    Di solito è generata a partire da nuove soluzioni tecnologiche che diventano disponibili. A volte non è la risposta a nessuna richiesta del mercato.

Innovazione radicale, incrementale e sostanzialeL'impatto dei diversi livelli di innovazione può essere rappresentato tramite la seguente immagine dove il tratto continuo rappresenta l'innovazione incrementale, mentre le discontinuità rappresentano l'innovazione radicale (se ampio) o l'innovazione sostanziale (se ridotto).

 



Tag correlati:

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, sono utilizzati cookie tecnici e cookie di terze parti e non cookie di profilazione.
Alla pagina privacy avere maggiori dettagli ai sensi dell'art. 13 del Codice della privacy.
Cliccando su 'Accetto' i cookie saranno attivati Accetto